IL MONASTERO
   OSPITALITÀ
   I CONCERTI
   PROPOSTE
   BIBLIOTECA
          Biblioteca storica
          Biblioteca moderna
          Catalogo OPAC
   CENTRO STUDI AVELLANITI
   ITINERARI E INCONTRI
   INFO E CONTATTI
   NEWS
   home / slide shows

La maggior parte dei codici manoscritti prodotti nello Scriptorium e conservati nella biblioteca si trova dal 1500 alla Biblioteca Vaticana, dove li ha portati l'abate commendatario Giuliano della Rovere.
A Fonte Avellana ne sono rimasti soltanto undici tra cui il Codice NN, un breviario a cui una tradizione orale vuole che abbia posto mano lo stesso Guido da Pomposa. Comunque, esso testimonia certamente il momento in cui il sistema guidoniano di notazione si è diffuso negli scriptoria dell’Italia Centrale.